Partita Iva e fattura elettronica

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Se hai una Partita Iva in regime ordinario, saprai certamente che a partire dal 2019 vige l’obbligo di emettere la fattura elettronica. Quest’obbligo entrerà in vigore anche per i forfettari a partire dal mese di gennaio del 2024. Ma cosa si fattura e, soprattutto, come si emette la fattura elettronica? Cercheremo di rispondere a queste domande in questo articolo.

Noi di DirittodelWeb mettiamo a tua disposizione il nostro servizio di consulenza fiscale e legale. Contattaci per saperne di più e scopri l’offerta che abbiamo dedicato ai nostri clienti per i servizi di fatturazione elettronica.

Cosa devi fatturare e in quale modalità

La fatturazione elettronica è un comodo sistema che consente di scambiare digitalmente le fatture. Se sei titolare di una Partita Iva, quando è richiesta l’emissione della fattura?

Vediamolo insieme!

In generale, esiste l’obbligo di fatturare le cessioni di beni e le prestazioni di servizi. La fattura è il documento fondamentale ai fini del funzionamento pratico della disciplina Iva. La fattura ha funzioni di carattere formale (documentazione e controllo) e sostanziale (esercizio della rivalsa e della detrazione dell’Iva).  

Dal 2019 è obbligatorio l’utilizzo della fattura elettronica, trasmessa mediante lo SdI (Sistema di Interscambio), per certificare le operazioni sia nei rapporti tra operatori economici B2B, che nei rapporti B2C. A proposito del commercio online, è necessario fare una precisazione. Continua a leggere l’articolo per saperne di più!

E-commerce e fatturazione

Gli e-commerce hanno l’obbligo di fatturazione? Generalmente no. Tuttavia, ci sono dei casi in cui è obbligatorio emettere la fattura. Le regole sono diverse a seconda della tipologia del cliente che acquista, se B2B o B2C.

Nel B2B, business to business, i clienti dell’e-commerce sono aziende o professionisti in veste di imprenditori. In questo caso, sei obbligato a emettere la fattura.

Se il cliente è B2C, invece, non è obbligatorio emettere la fattura. Nel commercio online vige soltanto l’obbligo di tenuta del registro dei corrispettivi. Tuttavia, la fattura deve essere emessa se richiesta dal cliente. Nel caso di B2C, business to consumer, il cliente dell’e-commerce acquista i prodotti o servizi a scopo per lo più personale.

Fai attenzione! Come riconoscere nella pratica di essere di fronte a un cliente B2B e, quindi, di dover emettere la fattura senza la sua richiesta? Non è sempre facile e spesso possono nascere problemi. Amazon, per esempio, impone l’obbligo di fatturazione per le transazioni B2B. Se non rispetti quest’obbligo, puoi incorrere in sanzioni, fino al blocco dell’account. Quindi, monitora sempre lo stato dei tuoi ordini per verificare dal tuo seller central se i tuoi acquirenti sono business o consumer.

Contattaci se hai dubbi in merito all’emissione delle tue fatture.

Come si emette la fattura elettronica  

Come emettere e ricevere fatture in formato elettronico?

Per rispettare questo adempimento hai due possibilità.

Puoi, in primo luogo, utilizzare il servizio gratuito messo a disposizione dall’Agenzia delle entrate. In alternativa, puoi dotarti di un software di fatturazione a pagamento

Noi di Diritto del Web abbiamo stipulato una convenzione con una software house specializzata nell’offrire soluzioni informatiche alle imprese. Se ti affiderai a noi, ci occuperemo direttamente noi di creare il tuo nome utente per accedere e utilizzare, in cloud o in remoto, il software di fatturazione. In questo modo, tu potrai compilare le tue fatture e trasmetterle direttamente all’Agenzia delle Entrate. Inoltre, avremo accesso alla tua piattaforma di fatturazione per supportarti in caso di necessità.
Avere una Partita Iva ed emettere le tue fatture elettroniche sarà davvero semplicissimo!

Gli obblighi legati alla fatturazione sono tanti e differenziati per ogni tipologia di attività, quindi affidati ad un professionista per non sbagliare.

Per l’apertura della Partita Iva e per la gestione di tutte le pratiche che ti abbiamo descritto, puoi affidarti a noi di Diritto del Web.

Apriamo e gestiamo Partite Iva per persone fisiche e società con specifico riguardo ai business online. Ti guideremo al meglio nella tua attività costruendo per te la giusta pianificazione fiscale per il tuo business. Contattaci per scoprire le nostre tariffe. 

Quando si emette la fattura

Ricorda che, nella maggioranza dei casi, la fattura si emette entro dodici giorni dal momento dell’effettuazione dell’operazione.

Il momento di effettuazione dell’operazione è determinato ex art. 6 del DPR 633/72. Si parla, in questo caso, di fattura immediata.

Generalmente le cessioni di beni si considerano effettuate alla consegna o spedizione se riguardano beni mobili.

Le prestazioni di servizi si considerano effettuate all’atto del pagamento del corrispettivo.

La fattura differita, invece, si emette entro il quindici del mese successivo a quello della consegna o spedizione o a quello di effettuazione dell’operazione. Si emette in caso di cessione di beni mobili con consegna o spedizione risultante da documento di trasporto, prestazioni di servizi con idonea documentazione commerciale, cessioni triangolari e in altri casi particolari.

Conclusioni e consigli

Hai dei dubbi? Scrivici nei commenti, ti risponderemo!

Siamo sempre a disposizione se vuoi ricevere una consulenza.
Contattaci tramite il form che trovi qui sotto!

Vuoi saperne di più?

marchio registrato

Avvocati e commercialisti
del mondo digitale.

Servizi