Come utilizzare immagini e ritratti di personaggi famosi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Ti stai chiedendo se puoi pubblicare l’immagine di un personaggio famoso sul tuo sito o sui tuoi social a fini commerciali? Magari hai trovato in rete una fotografia di una persona famosa e pensi di poterla usare legittimamente per il semplice fatto che sia su internet?

Attenzione! Siamo nell’ambito del diritto all’immagine ed esistono regole ben precise da rispettare. Non rischiare sanzioni e se hai dubbi rivolgiti a un avvocato!

Intanto, cerchiamo di fare chiarezza su come utilizzare correttamente immagini e ritratti di personaggi famosi.

Noi di DirittodelWeb mettiamo a tua disposizione il nostro servizio di consulenza fiscale e legale online. Contattaci per saperne di più o per ricevere una consulenza.

Il consenso dell’interessato

Se vuoi sapere come utilizzare correttamente immagini o ritratti di persone famose, sei nel posto giusto.

Il diritto all’immagine è tutelato nel nostro ordinamento nel codice civile e nella legge sul diritto d’autore. Cosa prescrive la legge relativamente alla possibilità di utilizzare immagini o ritratti di personaggi famosi?

La regola generale prevede che per l’utilizzazione dell’immagine sia necessario aver ottenuto il consenso dell’interessato.

L’articolo 10 del codice civile vieta la divulgazione dell’immagine fuori dei casi previsti dalla legge (cioè quando manca il consenso!) e quando la pubblicazione, anche se autorizzata, è tale da ledere l’onore e la reputazione degli interessati.

Il ritratto di una persona, infatti, ai sensi dell’articolo 96 della legge sul diritto di autore, non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio senza il consenso di questa o dei suoi eredi.

L’articolo della legge utilizza il termine ritratto, intendendolo come ogni opera dell’arte figurativa nella quale il soggetto viene riprodotto in modo riconoscibile. Per evitare dubbi, specifichiamo che i termini “immagine” e “ritratto” sono intesi come sinonimi.

Sintetizzando, quindi, non puoi sfruttare l’immagine altrui a fini commerciali a meno che tu non sia stato autorizzato a farlo.

La riproduzione dell’immagine, come affermato dalla giurisprudenza, è un diritto riservato al titolare dell’immagine stessa. Questo diritto non viene meno né con la morte di quest’ultimo, né col fatto che l’utilizzo sia limitato a un ristretto ambito territoriale. Con la conseguenza che chi utilizza la fotografia di un personaggio del cinema, della musica, del teatro, a prescindere dallo scopo di lucro o meno, deve sempre pagare i relativi diritti al diretto interessato, se ancora in vita, o ai suoi eredi, se deceduto.

Questa regola prevede eccezioni? Esistono dei casi in cui l’utilizzo di immagini e ritratti prescinde dal loro consenso? Continua a leggere l’articolo per scoprirlo!

Diritto all’immagine ed eccezioni alla regola del consenso

Esistono dei casi in cui si può fare a meno del consenso dell’interessato per utilizzare immagini e ritratti? Sì, tuttavia si tratta di casi in cui la pubblicazione non autorizzata è giustificata da particolari esigenze. Generalmente sono ragioni di pubblica informazione, ma analizziamo insieme questi casi!

Sono previste delle specifiche deroghe alla regola del consenso del soggetto ritratto. Si può, infatti, legittimamente prescindere dal consenso quando la pubblicazione dell’immagine è giustificata dalla notorietà della persona ritratta. Attenzione però! Deve trattarsi di utilizzo dell’immagine per esigenze di pubblica informazione. Per scopi pubblicitari, invece, occorre sempre il consenso dell’interessato.

Quindi, per tornare a quanto abbiamo detto sopra, non puoi utilizzare per scopi diversi da quelli pubblicitari la fotografia di un personaggio famoso che trovi in rete! Anche la Corte Cassazione è unanime nel ritenere che l’immagine fotografica di un personaggio famoso non può essere pubblicata senza il consenso dell’interessato se non ricorre un concreto interesse dell’opinione pubblica.

È, pertanto, illegittima la pubblicazione senza il consenso dell’interessato dell’immagine di un noto attore, tratta da un film altrettanto famoso, allo scopo di pubblicizzare una manifestazione, a nulla rilevando che l’attore abbia ceduto a terzi i diritti di sfruttamento dell’opera cinematografica.

Un’ulteriore eccezione è prevista nel caso in cui il ritratto ritragga una persona che ricopre un ufficio pubblico. L’immagine pubblicata, tuttavia, deve essere collegata all’espletamento della funzione svolta.

Anche le necessità di giustizia o di polizia rendono giustificata la pubblicazione dell’immagine di un soggetto senza il suo consenso. Pensiamo, per esempio, all’identikit di un ricercato.

Ancora, è possibile pubblicare immagini o ritratti senza autorizzazione nel caso di scopi scientifici, didattici o culturali.

Infine, il collegamento a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico giustifica la diffusione dell’immagine altrui senza il consenso dell’interessato. Anche in questo caso, però, esiste il limite costituito dall’interesse pubblico. Inoltre, non deve essere stata violata la sfera intima della vita privata della persona ritratti.

Negli altri casi, in mancanza del consenso dell’interessato, l’utilizzazione dell’immagine della persona famosa, effettuata a fini di lucro, costituisce lesione del diritto esclusivo sul proprio ritratto.

Se hai necessità di utilizzare immagini e ritratti di personaggi famosi e non vuoi commettere errori, puoi rivolgerti a noi di DirittodelWeb.

Conclusioni e consigli

Hai dei dubbi? Scrivici nei commenti, ti risponderemo!

Siamo sempre a disposizione se vuoi ricevere una consulenza.

Contattaci tramite il form che trovi qui sotto!

Vuoi saperne di più?

marchio registrato

Avvocati e commercialisti
del mondo digitale.

Servizi