Come importare le spedizioni di valore superiore ai 150 euro

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Hai un e-commerce e importi in Europa prodotti da un paese extra-Ue? Lo sai che esistono degli obblighi di legge da assolvere? Devi sapere che questi obblighi cambiano a seconda del valore delle spedizioni che importi.

Ti abbiamo già parlato del regime opzionale Ioss. Se il valore dei beni importati non supera i 150 euro, potresti effettuare l’iscrizione all’Ioss per versare facilmente l’Iva per tutte le transazioni extra-Ue/Ue.

Invece, se il valore dei beni acquistati fuori Europa supera i 150 euro, dovrai assolvere gli obblighi doganali “ordinari” previsti dalla legge. Se ti stai chiedendo in che modo importare correttamente le spedizioni di valore superiore ai 150 euro, te lo spieghiamo noi! Continua a leggere questo articolo!

Noi di DirittodelWeb mettiamo a tua disposizione il nostro servizio di consulenza fiscale e legale online. Contattaci per saperne di più.

Importazioni superiori ai 150 euro e diritti doganali

In caso di importazione di merce extracomunitaria all’interno di un paese dell’Unione Europea, dovrai versare i diritti doganali. La Dogana si occupa, infatti, di controllare le merci di importazione ed esportazione. Riscuote i diritti doganali, principalmente dazio e Iva. Tutte le spedizioni di merce, provenienti o dirette verso un paese al di fuori dell’Unione Europea, sono soggette alla Dogana.

Se importi merce extra-Ue nel territorio dell’Unione Europea, sei – in qualità di importatoreresponsabile dei beni che importi e di ciò che li riguarda. In particolare, nella quasi totalità dei casi, sei il responsabile del completamento delle procedure e delle formalità di sdoganamento legate all’importazione della merce, a prescindere dal paese dove intendi successivamente venderla.

Ti abbiamo già detto che, se importi beni di valore superiore a 150 euro, non potrai usufruire del regime semplificato Ioss per l’assolvimento dell’Iva. Sarai tenuto all’assolvimento delle formalità doganali di importazione in via ordinaria. Quindi dovrai pagare i dazi se dovuti, l’Iva e qualsiasi e qualsiasi altro tributo previsto a seconda della tipologia di prodotto che stai importando.

Quali sono le regole applicabili alle spedizioni di valore superiore ai 150 euro? Continua a leggere il nostro articolo per scoprire come importare prodotti di valore superiore ai 150 euro.

Regole applicabili alle spedizioni di valore superiore ai 150 euro

Esistono delle regole applicabili alle spedizioni di valore superiore ai 150 euro? La risposta è sì, anche se si tratta di regole facoltative.

Gli Incoterms, International Commercial Terms, sono una raccolta di termini e regole facoltativi, ma molto utilizzati nelle operazioni di compravendita di natura internazionale. Disciplinano regole e adempimenti a carico del venditore e del compratore, in particolare la resa delle merci nei contratti che implicano il passaggio della frontiera. Stabiliscono, in particolare, il momento in cui la responsabilità sui beni passa da un soggetto all’altro. I codici Incoterms sono diversi tra loro, ognuno ha regole diverse, e si adatta a una specifica situazione.

Continua a leggere l’articolo se vuoi conoscere quali Incoterms utilizzare per importare correttamente l spedizioni di valore superiore a 150 euro.

La dichiarazione doganale e la resa DDP

Quanto è importante ottenere una dichiarazione doganale di importazione? È fondamentale per evitare di incorrere in sanzioni.

Generalmente gli importatori contrattano un prezzo FOB/FCA, CFR/CPT (o CIF) oppure DAP. La resa DDP viene considerata poco sicura. Ma perché?

Con una resa DDP (reso sdoganato) è difficile ottenere una dichiarazione doganale d’importazione.

La resa DDP prevede, infatti, che sia il venditore a farsi carico di tutte le procedure doganali necessarie per importare il prodotto. Sarà il responsabile dello sdoganamento nel paese di destinazione della merce, per conto del compratore, accollandosi il pagamento dei diritti doganali e delle relative spese.

Tuttavia, è sempre l’importatore ad essere responsabile – dimostrandolo – che sia avvenuto il pagamento delle tasse doganali. Infatti, dovrai sempre farti dare una “copia” della dichiarazione doganale d’importazione per dimostrare che, anche se a cura del venditore (per conto dell’importatore), sono stati assolti tutti i diritti doganali. Tuttavia difficilmente il venditore ti fornirà tale documentazione.

Nel caso di rese diverse dalla DDP, oltre alle eventuali condizioni per il trasporto, sarà tua responsabilità incaricare un professionista (doganalista o spedizioniere doganale) per essere sicuri di ricevere la dichiarazione doganale d’importazione.

Se importi stock di prodotti dall’estero, ricorda di contattare un professionista prima del tuo acquisto. In questo modo, verificherai la fattibilità dell’operazione, la soluzione migliore in termini di costi e tempi e avrai la certezza che l’operazione verrà eseguita nel rispetto della normativa vigente.

Rivolgiti alla CAFFARI CUSTOMS CONSULTING S.r.l. per ricevere una consulenza doganale su come importare correttamente le spedizioni di valore superiore ai 150 euro.

Come importare merce di valore superiore a 150 euro dalla Cina in Europa

Se importi beni dalla Cina, ti conviene conoscere il prezzo franco fabbrica (EXW) del tuo prodotto. Chiedi al fornitore una clausola di vendita DAP fino al porto o all’aeroporto di destinazione dei beni e ingaggia un professionista che lì si occuperà delle pratiche di sdoganamento.

Sottrai l’importo DAP dal costo EXW per conoscere l’importo reale del trasporto comprensivo di tutte le spese e confrontalo con altri prezzi offerti da altri vettori.

Ricorda di non pattuire mai rese DDP con i fornitori esteri in quanto, quasi sicuramente, non riceverai la dichiarazione doganale d’importazione.

Per questo motivo sarai esposto a rischi e sanzioni, in seguito a una potenziale verifica da parte delle autorità competenti.

Conclusioni e consigli

Hai dei dubbi? Scrivici nei commenti, ti risponderemo!

Siamo sempre a disposizione se vuoi ricevere una consulenza.
Contattaci tramite il form che trovi qui sotto!

*Articolo realizzato in collaborazione con la CAFFARI CUSTOMS CONSULTING S.r.l.

Vuoi saperne di più?

marchio registrato

Avvocati e commercialisti
del mondo digitale.

Servizi